//
you're reading...
Considerazioni, Italia

Tu, chiamala, se puoi, casa.

“Ma, lo capisci bene l’italiano?”

“Se lo parli correttamente, sì.”

L’Italia, che paese meraviglioso, hanno scelto i miei, per vivere. Sì, ho scritto bene. Abbiamo scelto l’Italia.

Sono 14 anni che vivo in Italia, ci sono arrivata con la mia valigia carica di sogni. Ho lasciato la mia terra quando, la parola, terra, avevo appena imparato a scriverla. Il mio ricongiungimento familiare è stato il secondo in piemonte, secondo. Sono arrivata di domenica sera e il lunedì mattina ero già seduta ad uno dei vostri banchi. In tutta la scuola, quasi 400 bambini, ero l’unica straniera. Ho avuto la fortuna di imbattermi in insegnanti qualificate e competenti, che mi hanno insegnato, praticamente, tutto quello che so.

L’Italia non è mia, non mi appartiene e mi è stato detto in tutti i modi possibili.

Torna al tuo paese.

Ma quale? Non vedo la mia terra da anni, non parla più la mia lingua e non ho mai imparato a scrivere con il suo alfabeto. Ho frequentato le vostre scuole, ho avuto solo amici italiani, ho amato ragazzi e uomini italiani, ho lavorato per italiani e studio in un ateneo italiano. Tutto intono a me porta il nome del vostro paese. Lo so, non è mio.

In tutta la mia vita, almeno nei tre quarti passati qui, non ho fatto altro che lavarmi di dosso i pregiudizi. La verità è che avrei fatto di tutto per potermi sentire parte di qualcosa. Il patriottismo, nemmeno so cosa sia. Nel “mio paese” non sono più la benvenuta. Ormai faccio parte di quelli “italianizzati” e non potrei mai tornarci, non saprei sopravvivere un giorno. In Italia resto straniera e non sarà un pezzo di carta a convincere gli altri.

Sono in bilico tra due culture, sono figlia di una generazione che ha tanto combattuto per l’integrazione fino a dimenticare le proprie origini. Non ho una patria, sto nel mezzo. I miei genitori hanno scelto l’Italia per ricominciare, per provarci, per dare i propri figli un futuro fatto di cose concrete. Hanno vissuto anni senza poter tornare a casa, senza vedere i propri figli tutti i giorni. La nostalgia di casa non è una cosa da sottovalutare, specie quando si hanno figli piccoli, neonati. Davvero credete che, se ne avessero avuto la possibilità, non avrebbero scelto di vivere nel proprio paese? La mia vita, come quella di tutti quelli che conosco, ha preso una strada diversa e contorta. Molti sono tornati a casa e altri hanno scelto l’Italia. L’hanno scelta, tra tante.

Voi, fareste lo stesso? Scegliereste il vostro paese, ora?

L’Italia è un bel posto per vivere, amo la vostra lingua e la dolcezza con cui scorre. Ho studiato la vostra storia, la vostra letteratura e il vostro codice stradale. E, se dovesse mai capitare, sposerò un italiano.

Sono straniera, ma questa è casa mia e io non me ne vado. Ho scelto di vivere qui. Cucino meglio i piatti italiani rispetto a quelli del mio paese.

Non mi toccano gli episodi di delinquenza trasmessi in televisione, non più di quanto mi tocchi sentire di un italiano che ruba o stupra. Io sono nel mezzo, non ho patria e non ho bandiera. Non mi schiero, non mi è permesso. Ma se potessi, se solo potessi rinascere, vorrei aprire gli occhi sul vostro cielo.

Questa è casa mia, è l’unica casa che ho.

Sono straniera, ma non un’estranea.

Informazioni su ohdeaalex

Scrivo da quando ho imparato a scrivere, leggo quello che mi piace e tento di laurearmi in scienze dell'educazione a Torino. Ci provo, chissà che ci riesca.

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Facebook

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Argomenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: