//
you're reading...
Arte, Film

INSITU, una nuova esperienza di documentario

 Pagina web Insitu

Sedetevi comodamente davanti al vostro pc e connettetevi a questo sito internet: http://insitu.arte.tv/fr/#/home. Qui vi aspetta INSITU, il primo film interattivo, un web-documentario su interventi artistici effimeri negli spazi pubblici delle nostre città uscito nel luglio  2011.
Il film è stato girato da Antoine Viviani su un’idea di Aurélie Florent, prodotto da Arte Web e Providences Films.
Tutte le storie qui raccolte indagano il rapporto che oggi abbiamo con le nostre città attraverso le performance di artisti contemporanei di ogni ambito che cercano di scardinare e prendere coscienza della realtà e dello sviluppo dell’urbanizzazione futura.
Momenti di poeticità, come una coppia che inizia una danza nel luogo di transito per eccellenza della società moderna, cioè nella stazione della metro, allargandosi ad altri luoghi di passaggio ponti, scale, e così via (Ex-Nihilo), oppure un uomo che danza con una spalatrice (Philippe Priasso), o ancora il Subtlemob, cioè l’attuazione di un’esperienza cinematografica senza telecamere creando uno spazio fittizio in un luogo pubblico dove gli attori (gente comune) recita a ritmo di un mp3 che dà loro istruzioni (Duncan Speakman), si alternano a riflessioni su come concepire ed esplorare lo spazio urbano sviluppandolo su più livelli, come ad esempio il progetto di collegare i grattacieli della Défense di Parigi con un sistema di ponti che trasformerebbero la città in montagne russe (Nogo Voyages), e ad altro ancora, che vi lascio il piacere di scoprire.

Ma la nota di novità di questo documentario sta nel fatto che durante la sua visione in certi capitoli è possibile cliccare sulle teste delle persone per sentire i loro pensieri o scegliere quale inquadratura privilegiare. Inoltre grazie al supporto di un sito internet, di un blog, di una pagina facebook e di un account twitter, si può andare oltre al film e scoprire attraverso una mappa interattiva del mondo intero altre performance artistiche che si sono svolte durante e dopo la produzione del film. Una mappa che noi stessi possiamo integrare aggiungendo foto e\o video di esperienze a cui abbiamo assistito.

Anche se inizialmente il film sembra un po’ sconnesso visto il cambio, a volte piuttosto repentino, di storie, in realtà è, a mio avviso, da intendersi come una grande opera che si snoda in vari tempi con intermezzi di viaggi in metro e di mani di una persona che, al di sopra di un terrazzo da cui si può abbracciare con lo sguardo tutta la metropoli, fanno vibrare la corda invisibile di un grande strumento ad arco, quasi la città stessa fosse lo strumento da suonare.

In conclusione un’esplorazione delle nozioni di tempo, di luogo, di incontro e di circolazione nella città che si conclude con un concerto finale gigantesco (in termini di estensione kilometrica) e molto particolare…

Discussione

5 pensieri su “INSITU, una nuova esperienza di documentario

  1. Molto interessante, complimenti! Non ne sapevo nulla!

    Pubblicato da Biscottone | 18 settembre 2011, 11:09
  2. Halo 4 quando esce? Si conosce la data?

    Pubblicato da luca "Halo 4" argenti | 7 marzo 2012, 18:24

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Facebook

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Argomenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: