//
you're reading...
costume

Costumi de “Il Signore degli Anelli” i film

Vi propongo uno “scorcio” di quella che è stata una presentazione con conseguente elaborato  da me affrontato in Università relativo al tema del titolo.

Va tenuto presente che nel film l’unico elemento che rimanda al reale, oltre all’architettura, è l’apparato costumistico; come da volontà registica, è stato creato un film che potesse sembrare allo spettatore una pellicola ricavata da eventi veramente accaduti, e che quindi la mente potesse rimandare al reale… come? ovviamente i costumi giocano una parte fondamentale.

Come bacino di informazioni al quale attingere ci sono le descrizioni di Tolkien, anche con le immagini contenute nel suo libro “immagini” e poi ovviamente ad una serie di “tipi” che identificano certi ambienti, personaggi ecc.

Se guardiamo gli Hobbit ad esempio, potremo fare riferimento all’ambiente inglese e di fine 1700 – inizio 1800 e che si fa palesemente riferimento all’idea di comunità, rimandando magari agli Amish (faccio notare che in molte foto gli Amish appaiono in bretelle, elemento utilizzato anche dagli Hobbit) e che gli abiti che indossano (oltre alla coltre ecc) non sono dissimili all’idea di quarto stat che ci da Pellizza da Volpedo nella sua opera.

bozzetti hobbitDSC03007 (1)

Si curano molto i costumi, in effetti ogni personaggio ne ha a disposizione diversi modelli dello stesso, ed alcuni sono molto elaborati, ad esempio quello di Gandalf il grigio, può sembrare un po’ trasandato, ma per portarlo a quello stato, arrivato da una manifattura è stato sottoposto a diversi lavaggie  tinture poi trattato con agenti ossidanti e sabbia in modo che si irruvidisse e si sbiadisse in alcune aree, poi provato e scucito-lesionato nellea ree dove “la vita incide di più” ovvero le maniche, I gomiti ecc…

Per non scrivere molto, non parlo di altri costumi, ma di un’altro costume relativo ad una razza che appunto, come argomento di relazione, si rifà al mondo reale ovvero, il costume degli orchi.. sembra strano vero? Ed invece a guardarlo bene, possiamo notare che quelli incontrati nel secondo film, gli uruk-hai, hanno armature molto simili a quelle dei cavalieri ed esempio rinascimentali ed a differenza delle armature dei Popoli Liberi (che fanno riferimento sia ad armature rinascimentali che medievali, se non addirittura elleniche se ci riferiamo ad alcuni elmi visti con Rohan) hanno il volto coperto, con elmi aventi fessure simili a quelle dei cavalieri che conosciamo… entrambe volte ad esaltare la misteriosità del cavaliere ed il suo essere terribile. Questo avviene anche con le armature degli Haradrim, personaggi che vengono dai posti più caldi e desertici del mondo Tolkeniano, elmi chiusi e corazza che rimanda alle spine in alcuni casi, come se si volesse riferire il tutto a certi rettili che vivono nel deserto oppure alla sistematica posizione delle spine sulle piante che vivono in tali ambienti, ma anche all’ambiente arabo con veli che proteggono il viso e altri richiami simili…. per non parlare di quelli che non portano armatura, I quali hanno evidenti elementi tribali ad esempio la pittura corporale e si ornano di monili fatti di ossa, del tutto simili a qualsiasi tribù terrestre delle zone africane ecc.DSC03045DSC03033DSC03052

 

L’altra razza che fa riferimento al nostro mondo (come tutto il film nei costumi e architetture più o meno) sono gli elfi, c’è molta art noveau nella loro architettura e motivi floreali, arborei, naturali sono usati nella loro massima espressione sinuosa sia nei costumi che negli accessori che nelle armi ed armature, anch’esse molto sinuose e fascianti, al contrario dei loro abiti che fanno richiamo all’ambiente sacrale, con quelle maniche lunghe e larghe anche agli abiti medievali.

Per gli l’esercito elfico ad esempio fu pensato alla colorazione sul verde nell’episodio del prologo, epr via della giovinezza del popolo elfico in quell’età… poi per la battaglia del Fosso di Helm, nel secondo film, pensarono al marrne, epr via che stavano abbandonando la terra di mezzo, poi eprò hanno optato per altre colorazioni, sempre non lasciando quei principi di sinuosità e legame con la natura che li contraddistinguono. (Aragorn, allevato dagli elfi, anche per ragione di vita –ramingo- veste colorazioni naturali e più leggero di altri suoi simili, come ad esempio Boromir, che viene rapresentato con abiti anche più nobili epr via del rango che rappresenta)

DSC03023DSC03028pugnale aragornDSC03020

Questo uno scorcio e un taglio di quello che è stato presentato a lezione, per chiunque interessi, massima disponibilità…   A bocca aperta

Informazioni su Biscottone

I don't know how and what can I say about me... Surprise me! Aka - ladiesman7it - biscottone -

Discussione

4 pensieri su “Costumi de “Il Signore degli Anelli” i film

  1. grazie di averci riassunto questa relazione così interessante! Ora possiamo dire di averla ascoltata anche noi ^^ E farai la felicità di tutti i fan di Tolkien

    Pubblicato da carmillakarnestein | 20 giugno 2011, 19:51
  2. Non avevo mai pensato a tutti questi collegamenti con la storia dell’arte mentre guardavo i film… Grazie x questo nuovo punto di vista!

    Pubblicato da La Dame à la liocorne | 20 giugno 2011, 21:50

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Facebook

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per iscriverti a questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi per e-mail.

Argomenti

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: